Luca Giardini MasterClass & Conference

LUCA GIARDINI
ha studiato il violino moderno e la viola a Milano e a Lugano con Carlo Chiarappa, ha poi approfondito la prassi esecutiva storica dei secoli XVII – XIX, anche confrontandosi con C. Mackintosh, M. Huggett, N. Moonen,  P. Hanson  e A. Steck.
Dal 1998, ha iniziato una ramificata collaborazione con molte formazioni: Accademia Bizantina, Il Giardino Armonico, Complesso Barocco, Ensemble Zefiro, Modo Antiquo, Europa Galante, Ensemble Concerto, Il Rossignolo,  Musica Antiqua Latina, la Venexiana; e anche: I Barocchisti, The Orchestra of the Age of Enlightenement, The Bach Ensemble, Al Ayre Espanol, Matheus, Divino Sospiro, Ensemble Baroque de Limoges, Collegium 1704, Ensemble Aurora.
E’ comparso in più di cento titoli e progetti audio-video per Philips, Decca, Emi, Emi-Virgin, Harmonia Mundi, L’Oiseau Lyre, Naxos, Brilliant classics, Naive, Hyperion, Stradivarius, Dynamic e ha registrato per la maggior parte delle emittenti radiofoniche e televisive europee, americane ed asiatiche.
Ha partecipato ad importanti riscoperte discografiche del repertorio musicale Sei-Settecentesco con riconoscimenti quali: Grammy Award, Diapason d’ Or, Choc de la Musique, 10 Repertoire, Premio Fondazione Cini, Premio Abbiati.
Ha collaborato con Anagor e Motus avvicinandosi al “Teatro di Ricerca”. E’ fondatore e concertatore dell’ Ensemble Sezione Aurea insieme con il tastierista Filippo Pantieri.
Si occupa di sonorizzazione di spazi espositivi ed è attivo nella ideazione di percorsi museali e concertistici che legano la retorica della musica nell’ ancien régime all’ arte figurativa.
E’ stato docente nei Conservatori di Piacenza, Parma, Modena e Siena ed è invitato ogni anno in accademie e corsi di perfezionamento  in Italia, a Londra, in Giappone, in Colombia, in Messico in Germania ed Austria.
E’ invitato regolarmente come giurato in numerosi Concorsi di Musica Antica e di Competizioni di Violino Barocco (San Marino, Rovereto, Bogotà, Lipsia, Tokyo).
Dall’anno accademico 2008/2009 è docente di Violino Barocco presso il Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena.
Suona un violino Don Nicola Amati (1720) e varie repliche di strumenti cremonesi del ‘600 e ‘700. Si avvale anche di un arco Nicolas Leonard Tourte, di un Edward Dood e di varie copie di archi italiani e francesi storici.